La Nigeria batte 2-0 l’Islanda, dimostra che la squadra della Geyser sound non è poi questo grosso ostacolo, ma soprattutto fa un regalo all‘Argentina. Dopo due prestazioni tragiche e un solo punto racimolato in classifica, all’Albiceleste basterà battere proprio gli africani per essere ragionevolmente tranquilla di passare comunque agli ottavi.

Grazie alla doppietta di Ahmed Musa, la Nigeria sale infatti a quota 3 punti nel girone D, seconda dietro alla Croazia che guida con due vittorie su due. Poi ci sono Islanda e Argentina a un punto. Chiaramente Messi e compagni non possono permettersi più passi falsi: serve a tutti i costi vincere. In tal caso solo una vittoria dell’Islanda contro la Croazia e una migliore differenza reti dei nordeuropei rispetto all’Argentina, costringerebbe il ct Sampaoli e tutta la sua squadra a fare le valige.

C’è però un altro aspetto da considerare, non di poco conto. L’Albiceleste vista finora rischia di non riuscire a vincere anche contro la Nigeria, squadra che ha dimostrato di essere ancora più fisica e tignosa dei colossi islandesi. Il ct Rohr ha saputo controllare la famosa grinta degli avversari, parsa invece incontenibile contro l’Argentina, per poi farsi trascinare dai due gol del suo attaccante. Ora gli africani sognano gli ottavi: più che da loro, dipenderà da che Seleccion si troveranno davanti. Una cosa è certa: sono stati propri i nigeriani a regalare ai sudamericani quest’ultima chance.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Russia 2018, le palle di Putin / Tra ultras spariti, bisticci antidoping e cori islandesi

prev
Articolo Successivo

Mondiali 2018, i ‘kosovari’ Xhaka e Shaqiri segnano alla Serbia e fanno il gesto dell’aquila. E Belgrado si arrabbia

next