Alessandro di Battista, ex parlamentare del Movimento 5 stelle, in viaggio negli Stati Uniti con la compagna e il figlio, ha pubblicato su Facebook un video in cui spiega la sua posizione sul caso Aquarius. A un certo punto, se la prende con gli elettori di sinistra: “Perché non si sono indignati quando veniva bombardata la Libia?”. Poi ha concluso il ragionamento così: “Io in Congo ci sono stato e ci ho lavorato. Il futuro degli africani è in Africa. Perché nessuno, in nessuna parte del mondo, deve essere costretto ad andarsene di casa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aquarius, Di Battista rompe il silenzio: “Quella intrapresa dal governo unica strada possibile. Non è razzismo”

next