I Giovani di Confindustria, dal convegno annuale di Rapallo, difendono il Jobs Act che “ha creato 850mila posti di lavoro in più”, è “un risultato positivo, Un risultato importante”. Il presidente dei Giovani Imprenditori, Alessio Rossi, si sofferma sul programma del governo M5s-Lega e anche sul fisco avverte: “Non vogliamo pagare meno degli altri, vogliamo essere trattati con equità. E se la flat tax è insostenibile per le casse dello stato diciamo: no grazie. Ci serve una tassazione giusta, non piatta. Sostenibile”.

“Non si scherza con 20mila posti di lavoro, non si scherza con l’1% del Pil del Paese. Con un’azienda che ha cassa ancora per un mese. E’ insostenibile”. Così tra gli applausi Alessio Rossi, presidente dei giovani di Confindustria ammonisce su ipotesi alternative al rilancio dell’Ilva. “Dal 1 luglio Mittal entrerà in Ilva con 2,4miliardi di investimenti di cui 1,1 per risanamento ambientale”, ricorda.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pd, ridateci l’orgoglio di esser di sinistra e vi perdoneremo tutto

prev
Articolo Successivo

Fascista io, fascisti tutti

next