Un gruppo di motociclisti sta rientrando dall’”Elite Bikerz Fallen Brother Ride”, festival in onore delle vittime di incidenti stradali sulle due ruote, e aspetta il verde fermo a un incrocio lungo la strada californiana del comune di Rancho Cucamonga, nella contea di San Bernardino. Durante l’attesa i bikers diventano testimoni involontari di un centauro che sfreccia inseguito dalla polizia. L’auto di pattuglia collide con la moto facendo finire a terra il ragazzo. Accorsi sul posto i bikers accusano l’agente che sta arrestando il ragazzo di averlo urtato volontariamente, mostrando i segni sulla carrozzeria. L’agente sostiene che il contatto è stato fortuito e che il motociclista stava sfuggendo all’arresto dopo essere stato pizzicato a sfrecciare a forte velocità. Il centauro, che risponde al nome di Raul Martinez, è stato ricoverato in ospedale con ferite lievi e deve rispondere dell’accusa di tentata evasione.