Un gruppo di motociclisti sta rientrando dall’”Elite Bikerz Fallen Brother Ride”, festival in onore delle vittime di incidenti stradali sulle due ruote, e aspetta il verde fermo a un incrocio lungo la strada californiana del comune di Rancho Cucamonga, nella contea di San Bernardino. Durante l’attesa i bikers diventano testimoni involontari di un centauro che sfreccia inseguito dalla polizia. L’auto di pattuglia collide con la moto facendo finire a terra il ragazzo. Accorsi sul posto i bikers accusano l’agente che sta arrestando il ragazzo di averlo urtato volontariamente, mostrando i segni sulla carrozzeria. L’agente sostiene che il contatto è stato fortuito e che il motociclista stava sfuggendo all’arresto dopo essere stato pizzicato a sfrecciare a forte velocità. Il centauro, che risponde al nome di Raul Martinez, è stato ricoverato in ospedale con ferite lievi e deve rispondere dell’accusa di tentata evasione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo, Juncker: “Gli italiani si occupino di regioni povere. Più lavoro e meno corruzione”. Tajani: “Inaccettabile”

prev
Articolo Successivo

Paura in superstrada: l’auto viene colpita da una bottiglia lanciata dal cavalcavia. Il video dalla dashcam

next