“La gara è stata fatta, ci siamo divertiti. Il manto stradale? E’ una polemica che non esiste, c’è stata gara e la volata l’avete vista. Non penso che si vinceva o si perdeva il Giro. Se guardate tutti i grandi giri l’ultimo giorno si va tranquilli, ci sono sempre delle volate e la battaglia l’avete vista”: così Elia Viviani al termine dell’ultima tappa del Giro d’Italia, neutralizzata su richiesta dei corridori dopo 3 giri per le condizioni delle strade.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giro d’Italia, giallo su una frase degli organizzatori: “Asfalto di Roma? Ciclisti abituati a correre in condizioni peggiori”

prev
Articolo Successivo

Rugby, Siya Kolisi primo capitano nero del Sudafrica: 9 giugno in campo contro Inghilterra

next