“Incontro con Conte e Salvini? Come se avessimo lavorato sempre insieme, ci capiamo al volo”. Così Luigi Di Maio, lasciando la Camera dei deputati, dopo il vertice a tre con il premier incaricato e il segretario della Lega. Sui tempi, dopo le voci sugli slittamenti e il nodo ancora aperto sulla lista dei ministri, il capo politico M5s ha rivendicato: “Dipende dal professor Conte e dal presidente Mattarella”. Così, come non ha replicato nemmeno sui ministri stessi e il caso Savona: “I ministri sono prerogativa del presidente incaricato”. Sull’irritazione trapelata dal Colle, invece, Di Maio ha tagliato corto: “Diktat? Non commento retroscena”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s-Lega, Scanzi: “Savona? Mi fa sorridere questa paura che diventi ministro. Farebbe comodo a governo di esordienti”

prev
Articolo Successivo

Tenno, sindaco lascia: aveva proposto stele-simbolo per femminicidio di Alba. “Io sto con la vittima”

next