La prima volta che ne ho parlato è stato con Jessica Pompili, circa un anno fa, davanti a due caffè e una fetta di torta al lampone.

Lei scriveva per un sito internet e voleva saperne di più a proposito dei Cinematti, per raccontarli ai suoi lettori. Come fosse nato questo gruppo Facebook, chi ne faceva parte, le sue dinamiche, i desideri e gli obiettivi futuri. Al termine della conversazione conclusi dicendo: “Mi piacerebbe se un giorno qualcuno mi telefonasse proponendomi di realizzare un film per raccontare questa esperienza”. E quella telefonata arrivò.

A farla fu Giacomo R. Bartocci, uno che è cresciuto a pane e videocassette. Giacomo ha dedicato gran parte del suo tempo al set occupandosi di vari reparti, ha collaborato con registi del calibro di Sorrentino, Giordana, Sollima, Bellocchio; si è specializzato in produzione pur mantenendo una propria attività creativa con cortometraggi, videoclip e webseries. Lui mi espresse il suo desiderio di dirigere e salire sulla giostra di questa avventura.

A completare il team di lavoro e dare il via alle riprese è stato Lamberto Mongiorgi, produttore e regista del film insieme a Giacomo. Fondatore della Manufactory Productions, specializzato nella direzione della fotografia e nel montaggio, ha alle sue spalle una solida formazione professionale che lo ha visto realizzare tra le altre cose il documentario I Am Not Alone Anyway. Insieme abbiamo unito le forze e le idee per costruire questo progetto.

Ma chi sono i Cinematti? Un gruppo di oltre settantamila membri, appassionati di cinema di ogni epoca e ogni genere che quotidianamente si incontrano sulla pagina Fb per scambiarsi consigli, pensieri e opinioni sulla settima arte. Ma non solo: infatti, la caratteristica principale e la connotazione forte dei Cinematti è l’andare oltre il virtuale, abbattere le distanze del web e creare situazioni di incontro reali. Nel corso di quasi 10 anni, sono stati numerosissimi gli appuntamenti live del gruppo in tutta Italia, con feste, serate a tema, aperitivi cinematografici e riunioni che hanno favorito la conoscenza tra gli iscritti facendo nascere amicizie e sbocciare amori.

“Sarà un documentario – non documentario”, spiega Giacomo Bartocci, “Gli aspetti delle interazioni sociali, online e di persona, da un lato, e su un tema cosi ricco di spunti iconografici, come il cinema, dall’altro, ci hanno convinto che la strada giusta fosse quella del divertimento. Se avete visto il trailer, avrete già capito di cosa sto parlando: della possibilità di creare, rimanendo fedeli ad eventi e personaggi, una messa in scena delle dinamiche tra i membri come in un film di finzione”. Lamberto Mongiorgi aggiunge: “Per quanto riguarda le tempistiche di realizzazione, a parte qualche ripresa già programmata tra giugno e luglio, i lavori con Manufactory Productions inizieranno a settembre con due settimane pre-produzione. Da ottobre a dicembre spalmeremo circa tre settimane di riprese in tutta italia, tra interviste ai Cinematti e le parti di messa in scena delle dinamiche social. La post produzione inizierà nel 2019 e si protrarrà per circa 4 mesi. Contiamo di completarlo entro un anno”.

Per sostenere questa scommessa abbiamo lanciato una campagna crowdfunding rivolta non solo ai Cinematti ma a tutti coloro che vorranno aiutarci a realizzare un lavoro destinato a diventare documento sociale di approfondimento. Questo film lo considero un traguardo importante per dare un ulteriore significato al senso del gruppo. La mia soddisfazione, il mio orgoglio e la mia fierezza è aver fatto incontrare e conoscere centinaia di persone. Aver fatto nascere amicizie e non solo. In futuro vorrei che questa esperienza continuasse seguendo questa direzione. Il cinema fa da sottofondo a questo progetto, un collante che unisce tante storie diverse migliorando la vita di tutti.