“Dobbiamo ultimare un contratto di governo, mica è un contratto di locazione”. Così Luigi Di Maio tornando a Montecitorio ha risposto a chi gli chiedeva perché hanno chiesto a Mattarella più tempo, aggiungendo: “Deciderà il presidente”. E alla domanda se c’erano problemi sul nome del premier, il capo politico dei Cinque stelle ha replicato: “Stiamo parlando del contratto, che c’entra il premier”.