“Dobbiamo ultimare un contratto di governo, mica è un contratto di locazione”. Così Luigi Di Maio tornando a Montecitorio ha risposto a chi gli chiedeva perché hanno chiesto a Mattarella più tempo, aggiungendo: “Deciderà il presidente”. E alla domanda se c’erano problemi sul nome del premier, il capo politico dei Cinque stelle ha replicato: “Stiamo parlando del contratto, che c’entra il premier”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s-Lega, Sapelli: “Avranno cambiato idea. Ci tenevo a fare qualcosa, hanno un buon programma. Non c’è flat tax”

next