“Non sapevo di questa nota del M5s. Vorrà dire che hanno cambiato parere. Ci tenevo a fare qualcosa, perché il loro è un buon programma. Se Siniscalco fosse venuto con me, avremmo fatto un buon lavoro.”. E’ allibito il professor Giulio Sapelli, contattato telefonicamente dalla trasmissione radiofonica Ho Scelto Cusano (Radio Cusano Campus), il cui conduttore, Gianluca Fabi, gli comunica in diretta l’ultima ora de ilfattoquotidiano.it. L’economista conferma di essere stato contattato e di aver dato la sua disponibilità a fare il premier: “Ho incontrato il M5S e la Lega ieri sera, non sono andato a cena, erano le 21.30 circa e non credo che avessero cenato.  Avevo letto il loro programma e mi sembrava buono. Perché volevo con me Siniscalco (ex ministro delle Finanze del governo Berlusconi, ndr)? Perché volevo una persona di alto livello a ricoprire con piena contezza il ruolo di ministro del Tesoro e poi perché il primo ministro qualche parola sui suoi ministri la deve pur dire”. Poi precisa: “Nel programma M5s-Lega non si parla di flat tax, ma c’è un buon discorso sulle tasse. Il reddito di cittadinanza c’è ed è presentato nella stessa forma in cui esiste in tutti i Paesi europei. In particolare, viene preso il modello tedesco. E sulla base di questo programma avevo accettato la candidatura”