“Pronto Matteo, sono Gene. Dove sei? A sciare. Allora non ci siamo capiti. Tu non devi sciare, Matteo, tu devi lasciare”. Prende di mira tutti gli attori politici del post-voto Gene Gnocchi, nella nella sua copertina settimanale a Di Martedì (la trasmissione condotta da Giovanni Floris su La7). Da Renzi a Di Battista alle prese con il figlio che chiede “la paghetta di cittadinanza”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Elezioni, Scanzi: “Ritorno al voto? M5s e Lega non hanno niente da perdere. A rischiare sono Fi e soprattutto Pd”

prev
Articolo Successivo

Mediaset, Barbara D’Urso e Eva Henger vs Alessia Marcuzzi: la “faida” infinita

next