“Pronto Matteo, sono Gene. Dove sei? A sciare. Allora non ci siamo capiti. Tu non devi sciare, Matteo, tu devi lasciare”. Prende di mira tutti gli attori politici del post-voto Gene Gnocchi, nella nella sua copertina settimanale a Di Martedì (la trasmissione condotta da Giovanni Floris su La7). Da Renzi a Di Battista alle prese con il figlio che chiede “la paghetta di cittadinanza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, Scanzi: “Ritorno al voto? M5s e Lega non hanno niente da perdere. A rischiare sono Fi e soprattutto Pd”

next
Articolo Successivo

Mediaset, Barbara D’Urso e Eva Henger vs Alessia Marcuzzi: la “faida” infinita

next