Pietro Grasso vuole reintrodurre il tetto di 240mila euro per gli stipendi? Credo che ci stia prendendo in giro, perché quel tetto lo abbiamo messo noi, tanto che si chiama inizialmente ‘tetto Renzi'”. Così a Otto e Mezzo (La7) il segretario del Pd, Matteo Renzi, risponde sulla proposta di Pietro Grasso, leader di Liberi e Uguali, di reintrodurre il tetto degli stipendi per i funzionari e le alte cariche del Senato. “L’unico che non rispetta quel tetto è Grasso” – continua – “Lo rispettano Mattarella, Boldrini e tutti, lui no. Ora, che venga a farci la morale anche su questo, per piacere, anche no”. Ed esibisce la prima pagina de Il Giornale, il cui direttore, Alessandro Sallusti, è presente in studio. “Il titolo di questo numero di gennaio recita ‘Grazie Grasso’” – afferma Renzi – “quando, appunto, Grasso ha fatto la sua scelta. Io ritengo il partito di D’Alema il miglior amico di Berlusconi e di Salvini, perché è il loro primo alleato. E quindi Il Giornale ha scritto ‘Grazie Grasso’. Penso che un elettore di sinistra radicale sappia perfettamente che si debba votare per un partito di centrosinistra. Il presidente del Senato, se vuole dare il buon esempio, inizi lui, magari restituendo i denari che si era impegnato a dare al Pd”