La serata dei duetti per tradizione è la migliore. Quindi niente gioco del peggio e del meglio. Ma il meglio del meglio, che arriva quando sale sul palco Gianna Nannini.

Non che ci incanti con la sua Fenomenale, ma, lo sappiamo, la vena creativa della Gianna non è più quella di una volta. Però, se poi le si propone un duetto con Baglioni e la canzone è Amore bello, allora i brividi sono assicurati. Basta guardare il video delle reazioni in sala stampa per capire quello che è successo in quei minuti. E credo che le stesse reazioni ci siano state in milioni di case. Ma è chiaro che così, con Baglioni, la Nannini, quella canzone, i suoi acuti e lo struggente “ultimo oramai”, ti piace vincere facile.

Ma guardate bene cosa è successo, non sul palco, non in sala, ma sullo schermo televisivo. Guardate come la grande performance ha coinvolto la regia televisiva e come il talento di Duccio Forzano è esploso nella scelta delle inquadrature, nei movimenti di macchina, nell’uso del colore, come tutto all’improvviso è stato avvolto in un’espressiva tonalità di rosso. Questo è il bello della diretta, anzi della tv.

All’improvviso la prima serata di Rai uno è un pezzo di un musical hollywoodiano, dei migliori classici, coloratissimi con Gene Kelly primattore e regista.