Oltre un migliaio le persone hanno partecipato alla fiaccolata silenziosa e alle altre iniziative organizzate a Fiumicello a due anni dalla scomparsa di Giulio Regeni a Il Cairo. Tanti i giovani e gli studenti, i cittadini di Fiumicello, città in provincia di Udine dove è cresciuto il giovane ricercatore, e dei comuni limitrofi, con fiaccole gialle e cartelli in mano a chiedere ‘Verità per Giulio’. “Speriamo che chi di dovere si accorga che l’Italia è gialla” ha detto la mamma, Paola Deffendi, al termine della fiaccolata. Accanto a lei anche l’avvocato della famiglia, Alessandra Ballerini, che ha lanciato un appello a tutti i candidati alle prossime elezioni: “Tutte le persone che si candidano mettano nella loro agenda politica la verità per Giulio Regeni”.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trump chiede in prestito un Van Gogh, ma il museo gli offre il Wc d’oro di Cattelan

next
Articolo Successivo

Davos, Donald Trump: “Serve sistema commerciale equo. Metterò sempre l’America al primo posto”

next