Il ministero dell’Interno afghano ha confermato che una dipendente della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama) è stata rapita lunedì mattina a Kabul insieme alla figlia. Lo riferisce 1TvNews. Una fonte ministeriale ha anche confermato che una terza persona è stata uccisa nell’operazione del commando avvenuta nella zona di Khair Khana, un quartiere settentrionale della capitale.

Si ipotizza che la vittima possa essere l’autista del veicolo dell’Unama, tuttavia un giornalista della Bbc a Kabul riferisce che la persona deceduta potrebbe essere un parente della donna rapita. Secondo quanto riferiscono i media afghani, la donna è stata sequestrata mentre portava la figlia a scuola prima di recarsi al lavoro. Ancora non si conosce la nazionalità delle persone coinvolte.