Voli cancellati e migliaia di persone evacuate dalle isole intorno a Kadovar, vicino alla costa settentrionale di Papua Nuova Guinea, per l’eruzione dell’isola vulcanica che ha oscurato il cielo con vapore e cenere. Anche le imbarcazioni in navigazione in quell’area del Pacifico meridionale hanno ricevuto l’indicazione di tenersi lontane dall’isola. Kadovar, la sommità sommersa di un vulcano, ha iniziato a eruttare il 5 gennaio e gli esperti hanno già avvertito che l’attività sismica causa dell’eruzione potrebbe preludere in tempi brevi a un fenomeno molto più importante e grave. Il premier Peter O’Neill ha fatto sapere che sono state stanziate risorse per sostenere l’evacuazione e ha avvertito le comunità costiere del nord di rimanere in allerta per possibili tsunami. Kadovar è al largo della costa settentrionale della Nuova Guinea, l’isola maggiore dove si trova la capitale Port Moresby. Tutto l’arcipelago si trova sull’Anello di fuoco, una faglia sismica che circonda le isole del Pacifico provocando frequenti terremoti ed eruzioni

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Turchia, nuova offensiva contro le milizie curde in Siria. Erdogan: “Schiacceremo chiunque si oppone”. Il timore degli Usa

prev
Articolo Successivo

Afghanistan, “dipendente Onu rapita a Kabul insieme alla figlia”. Uccisa una terza persona

next