“..Il cui unico pregio e leccare il culo al politico di turno…”, “e ce lo stanno leccando anche a noi in questi giorni…”, “prima ce lo leccano e 5 minuti dopo che siamo usciti ci fanno il comunicato contro”. Parentesi non esattamente signorile per Roberta Lombardi durante un comizio ieri sera a Civita Castellana, in provincia di Viterbo. Nel descrivere l’atteggiamento, a suo dire falso e incoerente di alcuni “burocrati” della sanità romana, la candidata del M5S alla presidenza della Regione Lazio si è lasciata andare in un turpiloquio allusivo che ha in parte spiazzato i presenti – sul palco anche Alessandro Di Battista – che non si aspettavano questo linguaggio dalla parlamentare romana. Qualcuno si è scandalizzato, altri ci hanno riso su, anche la stessa Lombardi a un certo punto sembra accorgersi dello scivolone. Una gaffe che, tuttavia, non supera l’ “indimenticato” comizio di Renata Polverini a Genzano nel maggio 2011. Bonjour finesse.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s, Grillo: ‘Parlamentarie? Se ci sono errori, recuperiamo’. E su Casapound: ‘Nazisti che fanno finta di essere normali’

prev
Articolo Successivo

Elezioni Lazio, centrodestra diviso su tutto: in campo 4 nomi, ma a un mese dalle elezioni ancora nessun candidato

next