Grillo non ama i giornalisti? Lui nasce come comico. E i comici usano degli stilemi e delle espressioni forti, da Aristofane a Plauto. Frasi come “vi mangerei tutti per il gusto di rivomitarvi” fanno parte della sua personalità. Però forse Grillo lo fa anche perché in passato la stampa non lo ha trattato sempre con correttezza”. Così a Otto e Mezzo (La7) Emilio Carelli, ex direttore di Sky Tg24 e candidato M5S alle elezioni politiche, risponde al giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi, sul suo rapporto con Beppe Grillo. Carelli racconta di aver incontrato solo una volta il leader del M5S, e precisamente lo scorso anno, nel backstage di Italia 5 Stelle a Rimini. Poi precisa: “Dal punto di vista giornalistico, fui il primo nel 2007-2008, in tempi non sospetti, quando ero direttore di Sky Tg24, a incaricare un mio giornalista, Andrea Bonini, di fare un’intervista a Grillo come uomo politico, in un momento in cui molti miei colleghi di giornali e telegiornali trattavano il M5S con grande sufficienza e anche con disprezzo. E questo l’ho fatto per pura correttezza, perché è il mio modo di lavorare”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, Scanzi: “Mi è stato chiesto di candidarmi nel M5s e in Liberi e Uguali, ma ho deciso di no”

prev
Articolo Successivo

Elezioni, Travaglio: “M5s? Almeno non ruba. Su questione morale si è dimostrato diverso da altri partiti”

next