“È stato un lapsus, un errore espressivo, intendevo dire che dobbiamo riorganizzare un’accoglienza diversa che rispetti la nostra storia, la nostra società”. Così Attilio Fontana, candidato leghista del centrodestra alla presidenza di Regione Lombardia, ha commentato, a margine di un incontro con la Onlus ‘Cancro Primo aiuto’ a Briosco (Monza), una sua dichiarazione, ieri a Radio Padania, in cui ha affermato la necessità di dare la priorità alla “razza bianca” parlando di immigrazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicilia, Sgarbi e Micciché invitano Mori e De Donno all’Ars. Sono imputati nel processo Trattativa. M5s: “Vergogna”

prev
Articolo Successivo

Elezioni Lombardia, Rosati (LeU): “Fontana? Un razzista, ritiri la sua candidatura. M5s? Non va demonizzato”

next