Il diesel? No grazie. Alla Toyota, coerenti con la propria strategia di elettrificazione della trazione, hanno deciso di bandire il gasolio. Che dunque già da questo mese sparirà come opzione dalla gamma delle passenger car: Yaris, Auris e Rav4. Vetture che andranno ad affiancare i modelli che questo passo lo avevano fatto già. Ovvero quelli della famiglia Prius, la glamour C-HR e la piccola Aygo.

Accanto alle motorizzazioni ibride, cavallo di battaglia della casa giapponese, resteranno disponibili le sole unità benzina (1.0, 1.2 e 1.5) sui segmenti delle piccole e delle compatte. Restano esclusi da questa scelta soltanto i fuoristrada e i veicoli commerciali: Hilux, Land Cruiser, Proace e Proace Verso.

La strategia è dunque chiara, ed in linea con l’obiettivo annunciato da Toyota di arrivare a vendere entro il 2030 cinque milioni e mezzo di vetture elettrificate, di cui un milione a emissioni zero. Ovvero elettriche pure e fuel cell.

Pure la filiale italiana è allineata, anche perché il 2017 ha regalato risultati record per l’ibrido nel nostro Paese: +71% rispetto all’anno passato. In particolare, già 180.000 italiani hanno scelto l’hybrid Toyota e Lexus (oltre il 60% del totale delle immatricolazioni del gruppo giapponese).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nissan Brain to Vehicle, l’auto di domani si guida col cervello – FOTO e VIDEO

prev
Articolo Successivo

Tesla, rinviati gli obiettivi di produzione della Model 3. I conti non tornano

next