Una bomba è esplosa a Napoli uccidendo una persona e ferendone una seconda. Lo scoppio è avvenuto la notte scorsa nella zona orientale della città, in via Ferrante Imparato. Quando i carabinieri sono intervenuti sul posto, dove era stata segnalata una forte esplosione, hanno trovato due persone ferite, il cancello di un’abitazione divelto a causa dell’onda d’urto e diverse auto danneggiate. L’ordigno, secondo i primi accertamenti, pesava oltre un chilo.

Uno dei feriti, Antonio Perna, un 32enne di San Giovanni a Teduccio già noto alle forze dell’ordine, è morto poco dopo il trasporto in ambulanza all’ospedale Cardarelli. Ferita anche la sua compagna 43enne di Ponticelli, ricoverata all’ospedale Loreto Mare con diverse fratture. Ignote al momento le cause dell’esplosione, sulla quale indagano i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e della compagnia Poggioreale. Potrà essere proprio la donna, appena le sue condizioni lo consentiranno, a dire agli investigatori per quale motivo si trovassero nei pressi dello stabile dove è esploso l’ordigno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trenord, parla il capotreno licenziato per il morso al passeggero: “Quel lavoro sui treni era il coronamento di un sogno”

next
Articolo Successivo

Otto rapine alla stessa farmacia di Milano. All’ennesimo colpo gli agenti piombano addosso al cocainomane

next