Le minacce di Salvini a Berlusconi sullo stop agli incontri tra Lega e Forza Italia? A cercare di minimizzare lo scontro è lo stesso Silvio Berlusconi, nel corso della presentazione del libro di Bruno Vespa (“Soli al comando”) a Roma: “Non commento. Voglio prima incontrare Salvini e con lui parlare di queste cose. Non ho mai ragionato su questi temi sono decisioni prese dai gruppi parlamentari”, ha provato ad aggirare la domanda del giornalista. Per poi precisare: “Voi giornalisti sopravvalutate i capricci del leader della Lega“. Per il leader di Forza Italia, invece, la coalizione è confermata e sarebbe in testa di “oltre dieci punti” sugli avversari, M5s e Pd. Ma se, come in realtà i sondaggi confermano, nel post elezioni fosse impossibile formare un governo, lo stesso Berlusconi ha sottolineato: “La soluzione più corretta è che resti al governo Gentiloni“, ha precisato, dopo aver negato la possibilità di un governissimo di larghe intese con il partito di Renzi. “Sarebbe giusto proseguire con questo governo – ha continuato Berlusconi – per consentire alle forze politiche di proseguire una campagna elettorale non brevissima”, che possa durare “almeno tre mesi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Banche, l’incredibile audizione di Zonin: “Non so, non ricordo, sono anziano e smemorato”

prev
Articolo Successivo

Biotestamento, opposizioni: “Volete far morire la gente di fame e di sete. E’ la via italiana all’eutanasia”

next