Facebook chiede scusa alla famiglia di Totò Riina. Il motivo? Aveva rimosso i messaggi di condoglianze postati sul social sulle pagine dei familiari del capo dei capi, morto il 17 novembre scorso. Una portavoce del colosso di Mark Zuckerberg ha spiegato all’Associated Press che “i post erano stati eliminati per errore e adesso sono stati ripubblicati”.  I messaggi erano arrivati da tutta Italia, da Merano alla Sicilia, ed erano indirizzati a Lucia e Maria Concetta, le due figlie del boss corleonese, ma anche al genero del numero uno di Cosa Nostra, Antonio Ciavarello, marito di Maria Concetta. Secondo l’uomo, centinaia di segnalazioni al post, avevano spinto Facebook a cancellare i messaggi. Così aveva postato una nuova immagine spiegando l’accaduto (“A qualcuno ha dato fastidio il vostro cordoglio”, diceva) e sono arrivate altre centinaia di commenti.

Numerose anche le reazioni (“Condoglianze a te e alla tua famiglia per un grande uomo“) pubblicate sotto la foto che ritrae un viso in primo piano con l’espressione “shhh”, cioè la richiesta di silenzio nel momento di lutto, postata dalla figlia Maria Concetta nel giorno della morte del padre. Decine e decine di “vi siamo vicini”, “condoglianze”, “tuo papà riposi in pace”. “La foto sfondo del mio profilo Fb non vuole affatto essere un messaggio mafioso dove si intima il silenzio , bensì la richiesta di rispettare questo mio personale momento di dolore”, ci aveva tenuto a specificare la figlia di Riina. Quel post non era stato rimosso al contrario di centinaia di commenti di cordoglio. Che ora sono stati ripubblicati con tante scuse.

Sempre su Facebook, nel giorno della sepoltura, Ciavarello ha ringraziato le forze di polizia per la protezione all’uscita dal cimitero. Mentre il figlio del boss, Salvo Riina, nelle stesse ore ha postato un messaggio sul suo profilo: “Voglio ringraziare pubblicamente tutte le centinaia, migliaia di persone che hanno manifestato a me e alla mia famiglia, le più calorose condoglianze in un momento davvero duro e molto triste per tutti noi – si legge – Abbiamo sentito una vicinanza discreta ma molto affettuosa da nord al sud Italia. Grazie di cuore per tutto ciò. Salvo Riina”.