Viaggiavano da molte ore, probabilmente più di dieci, relegati al buio all’interno di piccole scatole di cartone, immersi nelle proprie deiezioni e nascosti senza cibo né acqua nel bagagliaio di un’autovettura con targa ceca: ventiquattro cuccioli di maltese, volpini di Pomerania, carlino e bulldog francese di età tra le 10 e le 14 settimane, introdotti in Italia senza documentazione né microchip, sono stati salvati e posti sotto sequestro a Reggio Emilia dal nucleo radiomobile dei carabinieri. Il conducente dell’autovettura, un 52enne di nazionalità ceca, è stato denunciato dai carabinieri alla Procura reggiana per i reati che vanno dal maltrattamento di animali fino all’introduzione illecita di animali da compagnia, con l’aggravante, per alcuni cuccioli, dell’età inferiore alle dodici settimane di vita previste dalla legge.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, la Procura di Salerno: “100 persone disperse nel naufragio del 3 novembre”

next
Articolo Successivo

Bologna, il parco agroalimentare di Farinetti inaugura tra le proteste. I facchini: “Fico porta lavoro? Sottopagato e senza garanzie”

next