Flash mob degli ex-lavoratori di Napoli sotterranea, che sabato 4 novembre hanno organizzato una protesta davanti alla sede dell’organizzazione vestiti da fantasmi, con tanto di lenzuola bianche addosso. Le ex guide accusano la società di sfruttamento, e raccontano di aver lavorato senza adeguato contratto e coperture assicurative

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carrara, operai si incatenano nei cantieri navali: “Licenziati perché non sappiamo l’inglese e non abbiamo il porto d’armi”

prev
Articolo Successivo

Ilva, gli operai di Genova occupano lo stabilimento: “I cittadini ci aiutino a difendere l’accordo”

next