Punizione durissima per Fabio Fognini dopo gli insulti sessisti alla giudice di sedia durante un match degli Us Open. Il tennista azzurro è stato escluso dal torneo di doppio e perderà anche l’intero montepremi accumulato finora, pari a 72mila dollari. Già nel corso della mattinata, la Itf aveva deciso di infliggere al 30enne di Arma di Taggia una multa di 24mila dollari per condotta antisportiva, ma si trattava solo della prima punizione.

Poi il pugno di ferro per quelle frasi irripetibili nei confronti della giudice Louise Engzell durante il match del primo turno contro Stefano TravagliaNelle immagini, diffuse sui social, si sente Fognini pronunciare distintamente due pesanti insulti sessisti.

L’azzurro si era poi scusato: “Vorrei innanzitutto chiedere scusa a voi tifosi, all’arbitro per quanto accaduto. È semplicemente stata una giornata molto negativa – aveva detto – ma ciò non perdona il comportamento avuto nel match. Nonostante io sia una testa calda (e seppur secondo me avendo avuto ragione nel più delle circostanze) ho sbagliato. Che poi alla fin dei conti è solo una partita di tennis”. Ma non è bastato per evitare la stangata.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tennis, l’azzurro Fognini perde la testa sul campo: insulti sessisti e irripetibili alla giudice di sedia

prev
Articolo Successivo

Tennis, modelle come urne. Polemiche sul sorteggio sessista a Milano. “Una vera disgrazia”

next