Otto minori di origine africana, tutti ospiti di una casa famiglia per minori non accompagnati di Caivano (Napoli), hanno sequestrato e minacciato l’addetto della cooperativa, in servizio notturno, chiedendogli denaro e il rilascio dei documenti. I ragazzini hanno minacciato l’uomo dicendo che avrebbero dato fuoco alla struttura.

Gli otto minori, tutti 17enni provenienti dal Gambia e dalla Guinea, hanno sequestrato l’uomo, un 50enne, bloccando l’ingresso della cucina della struttura con alcuni mobili e e poi lo hanno immobilizzato facendolo sedere su un divano. “Erano le sei di mattina – ha raccontato la vittima a Il Mattino – erano in sala tv e hanno fatto in modo che non uscissi dalla cucina”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Casoria che, una volta entrati nella struttura, hanno liberato il responsabile e arrestato i minori, accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione. Ora si trovano nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli. Alcuni di loro avevano già i documenti mentre altri invece erano in attesa che si completasse la procedura attivata dalla Questura.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Morte Dall’Aglio, la procura annuncia: “Uno o più indagati per omicidio colposo. Verifiche sulla palestra”

next
Articolo Successivo

Gallipoli, la Procura di Lecce indaga sulla gestione della sicurezza nelle discoteche dopo l’autodenuncia dell’imprenditore

next