“Con tutto il rispetto per il ministro Galletti dal punto di vista della persona, ma poiché rappresenta il Governo che ci ha trattato in questo modo, con tutte le promesse mancate di questi 37 anni, noi abbiamo deliberato di uscire dall’aula prima che il ministro Galletti prenda la parola. Pertanto noi adesso usciamo, come familiari delle vittime, e lasciamo che Galletti dica tutto quello che dirà”. Così il presidente dell’associazione delle vittime della strage di Bologna ha annunciato la decisione di uscire dall’aula del consiglio comunale, durante le commemorazioni del 2 agosto, prima del discorso del ministro Gian Luca Galletti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili