A poche ore dalla pubblicazione della telefonata tra Matteo Renzi e il padre Tiziano, intercettata nell’ambito dell’inchiesta Consip, il Movimento 5 stelle attacca l’ex premier e parla di una “gestione familistica del potere“. È il “minimo sindacale”, dice Roberto Fico, che Renzi “dica al padre di dire la verità, ma quali bugie poteva dire Tiziano Renzi ai magistrati? E poi rimangono delle questioni senza risposta: cioè quando Matteo Renzi ha saputo dell’inchiesta Consip?” si chiede il capogruppo M5s a Montecitorio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili