Matteo Renzi e Romano Prodi seduti allo stesso tavolo alla Johns Hopkins di Bologna, per un incontro sul voto francese organizzato da Nomisma. Nel primo incontro pubblico fra i due ex premier, dopo il referendum del 4 dicembre e le dimissioni del governo, si sono registrate diverse frecciatine tra il Prof e il segretario. Prima, alla domanda su come si sentisse allo stesso tavolo con Prodi, Renzi ha scherzato: “Sono alla tua sinistra, questa è la notizia“. “Dipende da come uno si volta“, ha ribattuto Prodi. Poi Renzi ha scherzato sulla suoneria del telefono del professore, l’Inno alla gioia, partita proprio mentre lui parlava di Brexit: “Notate la totale sincronia tra quello che dico e la suoneria, tutta studiata da Sandra Zampa (parlamentare politicamente molto vicina a Prodi, ndr) che ha fatto la telefonata nel momento giusto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, come funzionano l’Italicum bis e il sistema “tedesco corretto”. E chi li vuole

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, Prodi: “Serve sistema che dia stabilità”. Renzi: “Non abbiamo i numeri per farlo da soli”

next