Il clima di terrore in Libia, le violenze perpetuate in strada dove vige la legge del più forte, i mesi trascorsi in prigione colpevole soltanto di esser incappato nel check point sbagliato. Lamin nel suo disegno testimonia la condizione di un paese allo sbando nell’era post Gheddafi: la Libia è una tappa obbligata di quanti emigrano dall’Africa Sub-sahariana, ma son ben pochi quelli che decidono di rimanervi, considerando la ferocia che si cela in ogni angolo. The True Journey” è un webdoc in quattro puntate in cui Lamin, attraverso i suoi disegni, vuole raccontare il “vero viaggio” di un migrante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corea del Nord agli Usa: “Siamo pronti a cancellarvi dalla faccia della Terra e ad affondare la vostra portarei”

next
Articolo Successivo

Elezioni Francia, Le Pen e l’Europa non sono i veri problemi del Paese

next