La corte d’appello di Genova ha condannato a 10 anni di reclusione Franco Bonanini, 65 anni, detto il Faraone, ex presidente del Parco Cinque Terre imputato, insieme ad altri 13 persone, nell’ambito del processo cosiddetto “Parcopoli”. In primo grado il tribunale della Spezia lo aveva condannato a 7 anni e 10 mesi. Tra le accuse quella di associazione per delinquere, truffa, falso ideologico, concussione, calunnia.

Il pg Ezio Castaldi e il pm Luca Monteverde avevano chiesto 10 anni e 6 mesi di reclusione. Secondo l’accusa a Riomaggiore esisteva un sistema di potere che amministrava la cosa pubblica in modo arbitrario. L’indagine della squadra mobile spezzina denominata “mani unte” portò a scoprire, nel 2010, una sorta di “mala gestio” dei fondi comunitari e statali per il Parco delle Cinque terre. Tra gli imputati figurano, tra gli altri, funzionari regionali e comunali, imprenditori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili