“Siamo arrivati ad un punto nel quale in Italia può venire una svolta autoritaria senza che ci siano reazioni da parte del popolo”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca che, nel corso della trasmissione tv in onda su Lira Tv, ha parlato di “stanchezza della democrazia e per la democrazia”. E aggiunge: “La democrazia italiana rischia di vivere una grande tragedia”. Un rischio che può essere in qualche modo essere arginato con “una operazione di verità e di sincerità che dobbiamo fare con gli italiani”. Dopo aver citato le inchieste che hanno sconvolto il clima politico negli ultimi anni, De Luca torna all’attacco: “C’è un clima di imbarbarimento della vita pubblica a cui si accompagna una successione di vicende giudiziarie, la frantumazione di tutte le forze politiche”, spiega il governatore della Campania. Un “clima nel quale per la prima volta il sistema democratico nel nostro Paese non è più garantito un punto fermo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Consip, Meli (Corriere) vs Di Nicola (Il Centro) e Fittipaldi (L’Espresso): “La gente viene sputtanata e voi giocate con la loro vita”

prev
Articolo Successivo

Inchiesta Consip, gli ex compagni usciti dal Pd e la tentazione del colpo al cuore renziano: “Lotti non può restare lì”

next