I beni comuni è il titolo della settima delle dodici clip tratte dal film di Nicola CampiottiSarà un paese“. Sulle tracce dell’eroe fenicio Cadmo, cui il mito attribuisce l’introduzione in Grecia dell’alfabeto, Nicola, trentenne incerto sul futuro, e il fratello Elia, dieci anni, intraprendono un viaggio in Italia alla ricerca di un nuovo linguaggio, per ridare alle cose il loro giusto nome e restituire un senso alle parole. In questo peregrinare, fatto di volti e luoghi, realtà dolorose e memorie storiche, la strada diventa percorso di formazione e insieme di esplorazione immaginaria. Al confine tra documentario e finzione, Sarà un paese racconta le speranze del Paese che sarà. Il film, firmato da Nicola Campiotti è sostenuto dal Comitato Italiano per l’UNICEF per l’alto valore del messaggio contenuto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fuga da Reuma park, parola d’ordine del nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo? Fuggire (dal cinema)

next
Articolo Successivo

“Sarà un paese” – Le Sibille e la Natura che tutto unisce

next