Referendum? Voto SI’. Quelli che votano No sono bigotti“. Così la pornostar Filomena Mastromarino, in arte Malena La Pugliese, si esprime sul referendum costituzionale, in una intervista rilasciata qualche giorno fa ai microfoni de La Zanzara (Radio24). L’attrice, nota come ‘musa’ di Rocco Siffredi, è membro dell’assemblea nazionale del Pd. “Ne faccio ancora parte, sono ancora in carica” – spiega – “Ho partecipato ad alcuni incontri sul referendum in Puglia. Mi hanno invitata quelli del Sì. Un selfie con Renzi? Magari mi chiederà lui di fare una foto con me“. Malena, ex immobiliarista a Gioia Del Colle (Bari), poi parla del suo attuale lavoro: “Dubito che il porno sfrutti la donna. Forse è più utilizzato l’uomo, perché deve fare più fatica almeno per 4-5 ore. E’ un lavoro usurante e una bella fatica mentale. Per fare questa attività ci vuole molta pazienza, concentrazione, allenamento fisico, gentilezza e simpatia coi colleghi. E devi trasformare il dolore in piacere”. E rivela: “Qui in Puglia, dopo aver girato alcune scene in Ungheria, devo preservarmi e mantenermi integra. E poi a breve inizio con Rocco la Siffredi Hard Academy dove sono super-docente

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Renzi vs Oscar Giannino: “Abbiamo abbassato le tasse, non ci vuole la laurea per capirlo”. “Lo so bene”

prev
Articolo Successivo

Referendum, Forchielli: “Il mio amico Prodi è per il Sì? Era per il No, avrà avuto un raptus. O ha paura”

next