Una zanna staccata, trovata a terra insieme a un frammento. La statua dell’Elefante, opera del Bernini nella centralissima piazza della Minerva, a due passi dal Senato, è stata danneggiata la scorsa notte con un atto vandalico. “Non c’è controllo per il Centro storico di Roma. Non possiamo permettercelo, siamo custodi di un patrimonio che dobbiamo salvaguardare. Se non si riesce a tutelare i monumenti con presidi e telecamere, come abbiamo chiesto come I Municipio, allora bisogna mettere delle strutture intorno ai monumenti”. A dirlo è Nathalie Naim, consigliera del I Municipio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Gabrielli duro sul rapporto Amnesty: “No a dossier che ci infangano”

prev
Articolo Successivo

Enzo Maiorca, non solo sfide sportive ma anche umane e ambientaliste

next