E’ solo a pochi chilometri di distanza dalla Leopolda la manifestazione del Comitato Liberi Sì, fondato dall’ex presidente del Senato Marcello Pera e dall’ex ministro Giuliano Urbani, esponenti di Forza Italia della primissima ora. “Ormai è vecchia, noi siamo oltre la Leopolda – dice Lucio Barani, presidente del gruppo Ala al Senato – Siamo già nel futuro, come Cristoforo Colombo siamo arrivati al nuovo mondo. Con la vittoria del Sì al referendum attueremo quella che è stata la profezia del compianto statista Bettino Craxi. Che, come Matteo Renzi, è socialista”. Alla “leopoldina” non poteva mancare Denis Verdini che a Renzi manda a dire: “Non mi invitato? Peroriamo il Sì in altro modo”. Le novità sono in platea dove c’è anche il figlio di Verdini, Tommaso, che si definisce un renziano della prima ora: “Mio papà? Spero riesca a dare una mano a Matteo”. Mentre la moglie Simonetta Fossombroni, si dice d’accordo sulla scelta di abbandonare Silvio Berlusconi. Dal palco le fa eco Pera: “L’uomo della riforma presidenzialista – dice – con cui eravamo scesi in campo oggi ha paura della deriva autoritaria. Noi che avevamo detto che la Costituzione era un ostacolo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, comitato per il Sì invita i 18enni e per convincerli usa il bonus cultura del governo da 500 euro

next
Articolo Successivo

Referendum, Boschi e Richetti alla Leopolda proiettano video di Travaglio, Di Maio e D’Alema: “Ecco le bufale sulla riforma”

next