L’allarme è rientrato presto, ma per qualche minuto i follower di Laura Ravetto devono aver temuto per la sorte di Silvio Berlusconi. Mentre la deputata di Forza Italia era ospite di Tagadà negli studi di La7, impegnata a discutere di referendum e riforme costituzionali, sul suo profilo twitter è apparso un messaggio che non è passato inosservato. “Ho sentito Berlusconi due giorni fa è morto“, vi si leggeva.

Una gaffe, evidentemente, o meglio un errore di battitura. Il tweet infatti proseguiva: “Ha detto di impegnarmi al massimo per il NO al referendum”. La colpa, oltre alla distrazione di qualche membro dello staff della Ravetto, è attribuibile al correttore automatico, come è stato poi chiarito sul profilo della stessa forzista.

Il tweet è stato subito rimosso, e sostituito con la versione corretta. Ma non è comunque sfuggito ad alcuni internauti, che lo hanno copiato e rilanciato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Atac, in Senato ordine del giorno per commissariare l’azienda ma manca numero legale. M5s-Si: ‘Blitz contro Raggi’

next
Articolo Successivo

Mafia Capitale, M5s contro Campana: “Smemorata di Collegno, si dimetta”. Gasparri: “Perché stupirsi di sua omertà?”

next