Joachim Low ci ricasca. Dopo essere stato sorpreso durante il match con l’Ucraina con le mani nei pantaloni (davanti) e in altri gesti decisamente poco elganti, il ct della nazionale tedesca si è ripetuto in allenamento. Questa volta si è prima toccato nei pantaloni (ma quest’altra volta di dietro) e poi si è portato le dita al naso odorandosele. E dire che proprio ieri Low si era scusato per il gesto precedente dicendo: “D’ora in poi cercherò di comportarmi meglio“. Ma il ct non è nuovo a queste esplorazioni: ama mettersi le dita nel naso, così come annusare le mani dopo essersele passate sotto le ascelle.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia-Svezia, sciopero dei controllori in orario partita: 115 voli cancellati a Fiumicino. Palermo, si ‘ammalano’ autisti

next
Articolo Successivo

Italia-Svezia 1-0. Decide un grande gol di Eder, Italia qualificata agli ottavi

next