Gli americani si sono messi in fila per donare il sangue. A Orlando, migliaia di persone hanno reagito così alla strage compiuta al Pulse, il nightclub gay della città della Florida, tanto da formare una fila lunga 600 metri. Ma questo non è bastato a stemperare le polemiche sul fatto che la comunità gay (colpita al cuore con 49 morti e 53 feriti) non abbia potuto donare il sangue per il divieto imposto nel 1983 dalla Foond and Drug Administration

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Missisipi, bagno con sorpresa: ragazza cattura un pesce enorme a mani nude

prev
Articolo Successivo

Francia, uccide marito e moglie poliziotti: l’Isis rivendica. Il killer su Facebook: “L’Euro 2016 sarà un cimitero”

next