La “riapertura per un giorno” del Teatro Valle, dopo che una trentina di attivisti ha ripreso possesso dello spazio sgomberato dal Comune di Roma nel 2014, ha provocato l’intervento della polizia, che si è presentata in assetto antisommossa e ha sfondato l’ingresso. Gli occupanti denunciano “l’azione violenta della polizia”. Momenti di tensione ai quali è seguita una trattativa con le forze dell’ordine, che avevano intimato di lasciare il teatro entro le 14. Gli attivisti sono stati allontanati in gran parte, mentre alcuni sono riusciti a rimanere all’interno della struttura. Da twitter gli animatori dell’occupazione annunciano: “Alcuni di noi bloccati dentro”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Teatro Valle, “oggi aperti”. Nuova occupazione: “Ecco la devastazione di Tronca e Renzi”

next
Articolo Successivo

Giulio Regeni, prof di Oxford: ‘Cambridge tace per nascondere le sue responsabilità’

next