Ora vediamo se sono gufi anche questi di Confcommercio. Fatto sta che Matteo Renzi, la bordata di fischi, l’ha sentita eccome dai commercianti. E l’ha sentita sugli 80 euro, quel bonus su cui aveva costruito parte del suo successo elettorale e che adesso sono una spina dolorosissima per il governo. “Che non fossero apprezzati da voi lo sapevamo da tempo”, ha detto ai commercianti smentendo così parte delle motivazioni di quegli 80 euro. Se servivano per la ripresa dei consumi perché i commercianti dovrebbero fischiare?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salerno, il sindaco cambia ma la giunta è ancora di De Luca: ci sono figlio, ex avvocato e 5 assessori del “capo”

next
Articolo Successivo

Livorno, la sinistra che appoggiò Nogarin al ballottaggio perde due consiglieri: “Oggi voteremmo la sfiducia al sindaco”

next