Il sospetto jihadista con problemi psichiatrici che si era barricato all’interno dell’appartamento dei genitori nel cuore di Parigi è stato fermato dalla polizia: è quanto riferisce BFM-TV. L’uomo si era chiuso nell’appartamento dei genitori, al civico 33 del Boulevard Henri IV, a pochi metri da piazza della Bastiglia, da cui nel primo pomeriggio partirà il corteo dei sindacati contro la riforma del lavoro. Schedato dopo un soggiorno in Siria, doveva essere trasferito proprio oggi presso un centro psichiatrico su richiesta del suo medico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jobs act Francia, 8° giorno di proteste: 20mila in piazza a Parigi: 16 arresti. Governo caos. Valls: “Modifiche possibili”

next
Articolo Successivo

L’Iran non cambia. ‘Squadre per la moralità’ a caccia delle donne troppo occidentali

next