Il sospetto jihadista con problemi psichiatrici che si era barricato all’interno dell’appartamento dei genitori nel cuore di Parigi è stato fermato dalla polizia: è quanto riferisce BFM-TV. L’uomo si era chiuso nell’appartamento dei genitori, al civico 33 del Boulevard Henri IV, a pochi metri da piazza della Bastiglia, da cui nel primo pomeriggio partirà il corteo dei sindacati contro la riforma del lavoro. Schedato dopo un soggiorno in Siria, doveva essere trasferito proprio oggi presso un centro psichiatrico su richiesta del suo medico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Jobs act Francia, 8° giorno di proteste: 20mila in piazza a Parigi: 16 arresti. Governo caos. Valls: “Modifiche possibili”

prev
Articolo Successivo

L’Iran non cambia. ‘Squadre per la moralità’ a caccia delle donne troppo occidentali

next