Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, all’Hotel Ergife di Roma battezza ufficialmente la candidatura per il Campidoglio di Alfio Marchini. Il candidato civico però finisce nell’occhio del ciclone per una sua frase sulle nozze gay, “da sindaco non le celebrerò mai”. “Un fuorilegge, un sindaco ha degli obblighi” ribattono il ministro Boschi e la senatrice dem Cirinnà, promotrice del disegno di legge che sarò approvato alla Camera con un voto di fiducia. “Rispetterò la legge, non c’è nessun dubbio su questo” replica Marchini che prova a scappare dalla ressa dei giornalisti. “Ha cambiato idea per strizzare l’occhio al popolo di centro-destra?” è la domanda che non ottiene risposta

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Calenda giura da ministro. Alla Boschi le Pari opportunità

next
Articolo Successivo

Elezioni Roma 2016, Marchini: “Mussolini capolista? Serve contro tsunami grillino che devasterà città”. Lei: “Sei bellissimo”

next