All’indomani degli attacchi terroristici che hanno sconvolto Bruxelles provocando 32 morti e oltre 250 feriti, il Dipartimento di Stato Americano ha rilasciato un comunicato ai suoi cittadini sui possibili rischi del viaggiare in Europa. Il documento è una sorta di vademecum con scadenza il 20 giugno 2016 che gli americani che viaggiano nel vecchio continente sono invitati a seguire.

“I gruppi terroristici continuano a pianificare attacchi attraverso l’Europa, puntando eventi sportivi, zone turistiche, ristoranti e trasporti” si legge sul sito del dipartimento americano che invita i cittadini ad essere vigili nei luoghi pubblici o sui mezzi di trasporto, ad essere consapevoli di quello che c’è nelle immediate vicinanze e ad evitare i posti affollati. “Esercitate particolare attenzione durante le feste religiose, i festival e i grandi eventi”, avverte poi il documento.

A seguire una serie di consigli che vanno dal seguire le istruzioni delle autorità locali, specialmente in caso di emergenza, al monitorare i media e le fonti di informazione cittadine e tenere aggiornate le informazioni sui piani di viaggio e le attività in programma. Si suggerisce poi di essere preparati a misure di sicurezza addizionali e interruzioni improvvise, a restare in contatto con i propri famigliari e ad assicurarsi che i parenti sappiano come raggiungerli in caso di emergenza.

I governi europei, conclude il comunicato, “continuano a difendersi dagli attacchi terroristici e a condurre incursioni per distruggerne le trame. Noi lavoriamo a stretto contatto con i nostri alleati e continueremo a condividere informazioni con i nostri partner europei, per individuare e contrastare le minacce terroristiche“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attentati Bruxelles, l’Ue ha già strutture anti-terrorismo da Europol a EuIntCen. Ma “sono inefficienti e non hanno poteri”

next
Articolo Successivo

Attentati Bruxelles, ‘siamo in guerra’. Una parola senza l’idea intorno

next