I lavoratori dei canili comunali romani Muratella e Vitinia ex Poverello hanno occupato questa mattina il dipartimento Ambiente per trovare una soluzione alla dismissione dei servizi delle due strutture e al licenziamento dei 100 dipendenti previsto per fine gennaio. Sono riusciti ad ottenere una proroga che scadrà il 30 aprile prossimo. “Siamo consapevoli che il problema è spostato solo di qualche mese, ma in questo modo abbiamo la possibilità di accrescere le relazioni politiche con i movimenti e i cittadini con i quali abbiamo costruito la difesa dei diritti dei lavoratori e degli animali.

canile

L’auspicio è che si possa creare una grande opposizione sociale contro la gestione commissariale e l’applicazione del Documento Unico di Programmazione di Roma Capitale (Dup), figlio della giunta Marino che ha trovato nel governo commissariale la spinta definitiva per la sua applicazione” dichiarano i dipendenti del canile.

La proroga, finalmente, concessa ai lavoratori e agli animali è il frutto delle mobilitazioni messe in campo in questi mesi da lavoratori, operatori e volontari dei canili che da mesi si battono contro le privatizzazioni dei servizi pubblici, i licenziamenti e la deportazione degli animali nei canili privati. Il Comune di Roma deve smetterla di tagliare le gambe al terzo settore e a tutte quelle attività che non possono far altro che rendere più vivibile e umana una città depredata da malgoverno e criminali. “Rivendichiamo la difesa dei servizi pubblici e degli spazi sociali perché sono una ricchezza da valorizzare e non un costo da tagliare” commentano i lavoratori del canile comunale la Muratella.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Ruby, il funzionario di polizia che la fece rilasciare diventa questore di Aosta

next
Articolo Successivo

Statue coperte per Rohani, chi grida alla sottomissione fa più danni della censura

next