Si chiama ‘Cosmopolitica‘, la tre giorni prevista da venerdì 19 a domenica 21 febbraio al Palazzo dei Congressi di Roma, con cui inizia il processo costituente della nuova forza politica della sinistra e che è stata presentata oggi. “Una forza politica debba nascere per coprire un vuoto enorme, soprattutto da quando il Partito democratico ha rinunciato ad essere di sinistra nell’interesse di milioni di persone” afferma Sergio Cofferati, europarlamentare (ex Pd, oggi nel gruppo Socialisti e democratici di Bruxelles) e tra i ‘padri’ del nascente soggetto politico. “Ci rivolgeremo ai delusi del Pd, del M5S e chi non vota e non solo: vedo molta sofferenza anche nel mondo cattolico che oggi non trova un riferimento progressista – afferma Cofferati che spiega – nell’assemblea costituente in cui si sceglierà nome, un segretario e i gruppi dirigenti, ma soprattutto quattro rilevanti proposte politiche e poi vedremo chi le condividerà”. Tanti, negli anni, i tentativi di costruire una nuova sinistra, perché questa dovrebbe essere la volta buona? “Oggi c’è uno spazio che in altre circostanze non c’era – risponde l’ex numero uno della Cgil e tra i fondatori del Partito democratico – e poi noi non partiamo per mettere insieme quello che c’è, ma abbiamo un obiettivo più ambizioso: una nuova forza politica per dare visibilità ai bisogni di tante persone che oggi non sono rappresentate e che hanno dimostrato disaffezione”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lite Majorino (Pd) – Mussolini (Fi): “Fai sciocche polemiche”. “Minorino stronzo. Magari resuscita mio nonno”

prev
Articolo Successivo

Unioni civili, M5s: “Votiamo a favore se non si stravolge testo su stepchild adoption”

next