Si chiama ‘Cosmopolitica‘, la tre giorni prevista da venerdì 19 a domenica 21 febbraio al Palazzo dei Congressi di Roma, con cui inizia il processo costituente della nuova forza politica della sinistra e che è stata presentata oggi. “Una forza politica debba nascere per coprire un vuoto enorme, soprattutto da quando il Partito democratico ha rinunciato ad essere di sinistra nell’interesse di milioni di persone” afferma Sergio Cofferati, europarlamentare (ex Pd, oggi nel gruppo Socialisti e democratici di Bruxelles) e tra i ‘padri’ del nascente soggetto politico. “Ci rivolgeremo ai delusi del Pd, del M5S e chi non vota e non solo: vedo molta sofferenza anche nel mondo cattolico che oggi non trova un riferimento progressista – afferma Cofferati che spiega – nell’assemblea costituente in cui si sceglierà nome, un segretario e i gruppi dirigenti, ma soprattutto quattro rilevanti proposte politiche e poi vedremo chi le condividerà”. Tanti, negli anni, i tentativi di costruire una nuova sinistra, perché questa dovrebbe essere la volta buona? “Oggi c’è uno spazio che in altre circostanze non c’era – risponde l’ex numero uno della Cgil e tra i fondatori del Partito democratico – e poi noi non partiamo per mettere insieme quello che c’è, ma abbiamo un obiettivo più ambizioso: una nuova forza politica per dare visibilità ai bisogni di tante persone che oggi non sono rappresentate e che hanno dimostrato disaffezione”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Unioni civili, Bonino: “Dibattito stantio, testo passi così com’è. Giachetti? Lo sosteniamo”

next
Articolo Successivo

Unioni civili, M5s: “Votiamo a favore se non si stravolge testo su stepchild adoption”

next