Le Land Rover scoperte, ai tempi della vecchia Defender con telaio a longheroni, esistevano eccome. Ma nell’era delle scocche portanti e delle Suv sportive, in pochissimi hanno osato pensare di mettere in produzione una fuoristrada decappottabile. L’ha fatto la Nissan con la Murano Crosscabriolet, in vendita solo negli Stati Uniti dal 2010 al 2014, ma le vendite erano state scarse, poche migliaia di esemplari. Ora ci riprova la Range Rover con la Evoque Convertible: come variante di un modello molto amato – quasi mezzo milioni di esemplari venduti – e scelto in particolare da chi vuole farsi notare, potrebbe avere più successo. La Evoque Convertible era già stata presentata sotto forma di concept car, ora al Salone di Los Angeles della prossima settimana andrà in scena nella versione di serie che andrà in vendita in primavera. Quattro posti e tetto in tela, il nuovo modello è definito dalla Casa come “un mezzo sofisticato per viaggiare a tetto scoperto in ogni stagione e ogni angolo del globo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alfa Romeo cambia piani: la Giulia e la Suv in vendita con un ritardo di 6-9 mesi

next
Articolo Successivo

Auto stampate in 3D, in vendita nel 2016 (a 53.000 dollari) la Local Motors Swim – FOTO

next