Ha ucciso l’ex moglie. Poi ha rivolto la pistola verso di sé e ha premuto un’altra volta il grilletto. E’ successo ad Albano, cittadina alle porte di Roma. Dove un carabiniere di 48 anni, intorno alle 16 e 30, si è presentato davanti alla scuola di via Rossini dove la 47enne insegnava. Le ha sparato prima di puntare la canna sul suo petto e sparare di nuovo.

Sul posto è subito intervenuto il 118. Il militare è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale di Albano. Le sue condizioni sono apparse subito disperate e in serata è morto. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Albano e Castel Gandolfo che stanno cercando di capire il movente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, cardinal Bagnasco: “Europa per anni ha guardato problema con fastidio”

next
Articolo Successivo

Genova, sospetto caso di Ebola. In isolamento un uomo della Sierra Leone

next