regina elisabetta 675Il re e la regina sono una robba che non c’entra con il cervello che sta dentro alla testa di questa gente.
Più importante è la corona che si apparecchia sul cranio.
Più importante è il sangue (forse blu) che gli gira nelle vene.
Il loro potere sta tutto lì.
La democrazia è un fantasma di cui se ne fregano.
Si nettano il deretano col suo lenzuolo bianco.
Sei un genio? Sei un deficiente?
Non ce ne frega niente. Il tuo potere è tutto nel sangue.
I figli dei re nascono principi e poi si mettono la corona in testa anche se quella capoccia è piena di segatura.
Ma c’è qualche deficiente che crede ancora a questa barzelletta indecente?
Ci dicono che la regina Elisabetta d’Inghilterra ha battuto il record della regina Vittoria.
Questa è una notizia della quale si parla in rete e in tv, in radio e sui giornali.
Se ne parla in maniera ragionevole, anzi ci stanno pure quelli che dicono che è una bella cosa perché è una donna al potere.
Quelli che dicono che ci vuole la quota rosa e gli piace che sia rosa come quella bamboletta della regina inglese.
Ma davvero ha un senso parlarne ancora?
Ma davvero ha un senso che ci siano regine e re?
Nel mazzo di carte lo accetto.
Ti entra il carico e vinci a briscola!
Nelle nazioni mi sembra una presa per il culo.
E gli imperatori di Roma? I faraoni d’Egitto? Vogliamo resuscitare anche questi sgorbi di fantasmi?
Non è una provocazione,
ma io preferisco il lucumone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ungheria, manifesto choc al confine con la Serbia: “Rischio contagio da migranti” (FOTO)

next
Articolo Successivo

Elisabetta II: le 20 cose che vorreste sapere sulla regina

next