Quando vado a Roma ho due punti fermi : Silvano Agosti e Nicolino Pompa. Due amici, due poeti. Nicolino è anche conosciuto come Paladino sghembo, un poeta sghembo con la sua verità sghemba, cenare insieme a lui è sempre un’esperienza di vita, mi piace vederlo mangiare, mangia con gusto e mangia in modo sghembo, si soffia il naso con il tovagliolo, ma questo gesto fatto da lui assume una strana eleganza sghemba. E quando parla di sé lo fa con il pudore estremo di chi non nasconde nulla, un pudore paradossale, un pudore sghembo. Frequentare i poeti è divertente perché la verità in fondo è divertente. La verità è sghemba, cambia aspetto e colore, dipende da quale angolazione si decide di osservarla. La verità fugge, e Nicolino resta, resta in questo video ritratto, uno dei miei preferiti, una cena sghemba, con digestione sghemba.

Aforisma del giorno:

L’universo mi fa il solletico, tutta la creazione è un gioco.

Che c'è di Bello - Una guida sulle esperienze più interessanti, i trend da seguire e gli eventi da non perdere.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Facebook, negli Stati Uniti il consultorio familiare è sul social

next
Articolo Successivo

Felicità, i tre livelli. Qual è il tuo?

next